Round 1: I pesi massimi della moda

vuitton-punching-bag

Il marchio Louis Vuitton ha da poco compiuto 160 anni e in onore del suo centenario compleanno la maison ha chiesto a sei artisti di partecipare a un progetto in edizione limitata per regalare un tocco di innovazione alle sue creazioni.

Il compito di creare un personale modello di borsa o di bagaglio è stato affidato a famosi stilisti, fotografi e architetti quali Christian Louboutin, Cindy Sherman, Frank Gehry, Karl Lagerfeld, Marc Newson e Rei Kawakubo.

Karl Lagerfeld si è distinto per il suo particolare e moderno modello di borsa monogram: una punching bag disegnata in tre formati (baby, PM, GM) che ricorda un sacco da box per la sua forma allungata e imbottita nella parte finale. È dotata di una tracolla in pelle e catena e di uno stile originale ed elegante. Una borsa che ci mette proprio al tappeto.
Sempre opera dello stilista di Chanel e Fendi anche un Punching Suitcase con guanti da box.

hbz-louis-vuitton-02-promo-xln

Mercatino Michela è felice di ospitare nelle sue vetrine proprio la Punching Bag di misura media, venite a vedere questo gioiellino in edizione limitata in via della Spiga 33 e…

Joyeux Anniversaire Louis Vuitton!

image

4-Celebrating-Monogram-icon-louis-vuitton-yatzer

Faux fur or Vintage Fur?

Buongiorno mondo Mi79, questa settimana i nostri social tratteranno tema fur.. Ecologica o Vintage questo é il dilemma che vi poniamo..
Il mondo green ci coinvolge sempre di più e le pellicce ecologiche che i grandi brand hanno realizzato sono diventanti favolosi trend di stagione. Allo stesso tempo, però, il mondo vintage é pieno di creazioni da scovare dall’armadio della nonna e rielaborare come più ci diverte.
Non vogliamo schierarci o aprire polemiche su un argomento tanto delicato ma vorremmo sentire le vostre opinioni a riguardo e per aiutarvi vi poniamo qualche esempio di articoli Eco friendly che potete trovare sul nostro shoponline e qualche shooting nel quale abbiamo giocato a reinventare pellicce vintage .

image

Iniziamo con giacca e cappottino in lana mohair by Prada per un effetto teddy bear.

image

image

E continuiamo con un outfit realizzato per lo shooting fotografico “Giungla metropolitana” che vi mostriamo in anteprima: affiancati ai legging Louis Vuitton Graffiti e alla limited editino Mar Jacobs bag, ecco comparire maxi pelliccia, original Vintage anni 70, in volpe argentata per un look siberiano.

image

image

image

La salopette Jitrois: un lavoro da “operatori moda”

image

“Operatori moda al lavoro: la salopette

Un po’ anni 80, se pensiamo a quelle di denim, mentre è rivoluzionaria se ispirata agli indumenti da lavoro per operai. Capo simbolo della contestazione, al fianco delle camicie militari e dei parka, ieri; scelta glam amata dallo stile streetstyle, oggi. Ritorna la salopette.
I modelli variano da tessuti denim slavato o blue jeans, a quelle bianche e di pelle dall’effetto vinilico. Il trend del momento vede nuance neutre, nessun eccesso di colore, ci si concede solo alle forme morbide.
Una divisa informale che sostituirà il tailleur gessato e i completi strizzati da donna in carriera. Come non essere tentata…”

Questo l’articolo di Selene Oliva per Vogue Italia che ci conferma il ritorno a gran voce di questo capo spiritoso, androgino ma sexy allo stesso tempo.

Pitti moda uomo è alle porte e noi ci vogliamo preparare sfoderando un pezzo Luxury del nostro favoloso archivio MI79SHOP in pieno stile Vogue.

image
Questa Salopette in pelle di agnello elasticizzata é firmata Jitrois.
A molti sconosciuto come marchio in Italia, basta però curiosare in internet e nel sito della maison per rendersi subito conto dell’importanza del brand simbolo già dagli anni 80 del lusso e dell’eleganza know how francese.
Jitrois é il pioniere dei capi in pelle “j3″elasticizzata, lavabili a 30 gradi e stirabili, utilizzati anche sul red carpet da star e reali, affascinati dal ” cuir couture“. Sullo shoponline si possono scoprire i prezzi proibitivi delle sue opere.. Basti pensare che un legging di pelle si aggira sui 1700€.
La Salopette “J3″si aggira intorno ad un prezzo di 3000€, trovarla quindi sul nostro SHOPONLINE è davvero un’occasione da operatori moda al lavoro!!!!;)

image

image

image

image

image

image

“3” il numero perfetto

image
image
Welcome to Japan In Via della Spiga 33 con la numero 3 di100 della sella più famosa e fashion al mondo.
Stiamo parlando della Saddle bag firmata Dior, che nel 2006 è stata riproposta in chiave del tutto originale per celebrare i dieci anni di collaborazione tra John Galliano e la maison francese.
In tale occasione lo stilista ha deciso di creare dodici nuove versioni dell’iconica borsa in edizioni limitate, ognuna delle quali rappresenta uno stato diverso del mondo.

image

La n.“3 “elogio al Jappone é perfetta da sfoggiare in un gustoso sabato sera all’insegna del sushi e non solo!
Per l’occasione e visto l’arrivo del weekend, vi consigliamo quindi i nostri 3 ristoranti giapponesi preferiti a Milano.. Buona serata a tutti and Enjoy the food!!!

Bomaki in corso Sempione 10 per chi vuole osare e sperimentare l’incontro tra la cucina giapponese e la cultura brasiliana, gustando un ottimo roll insieme a una caipirinha doc.
image

Sumire in via Varese 1, un’atmosfera tranquilla dove non ci si limita al classico sushi ma si entra in contatto con le vere specialità del Sol levante.

E per ultimo come posizione ma non come preferenza un angolo di oriente In Via Solferino 48 da Zazà Ramen per chi ama scoprire una sintesi riuscita di due culture, italiana e giapponese, che si incontrano in un’atmosfera cordiale e raffinata.
image

UBRIACA DI FASHION

Anche quest’anno si sta avvicinando l’attesa manifestazione del Whiskey Festival.
A noi il compito di portare un tocco di glamour, fashion e femminilità in mezzo a questo turbinio di testosterone; quindi iniziamo a preparare lo spirito e l’outfit per l’occasione.
image

Una chicca da vere whiskey tester women è la Dior cannage pattern clutch, la cui testimonial d’eccezione è stata Jessica Alba. Perfetta per ubriacarsi di charme con la propria fiaschetta.
image
image
image

Vi aspettiamo da lunedi al sabato in via della Spiga 33 dalle 10 alle 19 e sabato 16 e domenica 17 novembre all’Hotel Marriott.

Baguette baguette baguette

Buongiorno Mi79, queste settimane frenetiche di progetti entusiasmanti, che stanno prendendo piede, improvvise collaborazioni e tanti tanti tanti nuovi arrivi, non ci danno molto tempo per pubblicare tutte le novitá ma oggi vogliamo cmq dedicare la nostra vetrina ad alcune New enties che potete trovare sia sul nostro shoponline sia in via della Spiga 33… Oggi tutto dedicato al mondo Fendi con la storia della celebre Baguette raccontata dal favoloso sito Stylosophy.

image

La storia della mitica Baguette ha inizio nel 1997, in un periodo non particolarmente roseo per Fendi, uno dei fiori all’occhiello della moda italiana. Dalla mano di Silvia Venturini Fendi, aiutata da un team di collaboratori talentuosi e geniali nascono le linee e i contorni di una pochette, che sarà nominata “Baguette” proprio perchè si porta sotto il braccio come il famoso filone di pane francese. Fendi, per la collezione autunno-inverno 1997-1998, ha disegnato tantissimi altri modelli, senza sapere che in realtà sarà proprio quella pochette a trasformare il nome Fendi in qualcosa di mitico.
Il successo è infatti immediato e subito la Baguette conquista il titolo di “borsa icona”, un titolo riservato finora soltanto a poche borse, come la Kelly o la Birkin di Hermès. Subito compare al braccio di celebrities come Carolina di Monaco, Sharon Stone, Madonna e tantissime altre…anche l’Italia, finalmente, è riuscita a entrare nell’Olimpo degli accessori che hanno fatto la storia. In soli 15 anni, la Baguette di Fendi è diventata uno degli accessori moda più desiderati e celebrati al mondo. Tre le misure che da sempre ormai contraddistinguono la Baguette: la misura Mini, compatta e adatta a contenere lo stretto necessario; la Medium, il modello sicuramente più amato grazie alle sue dimensioni quasi perfette, e infine la Maxi o Large, che a tracolla si trasforma in una vera e propria handbag in grado di contenere tutto.
imageimage
La cosa che distingue la Baguette da tutte le altre borse è proprio la sua perfezione in ogni dettaglio: la forma, la tracolla, la chiusura che reca il marchio della doppia FF…E pensare che Silvia Venturini Fendi, la sua creatrice, ha sempre dichiarato che la Baguette è nata per caso, non da un studio di marketing. Quando si dice la genialità… “Questa borsa, ha detto recentemente, è stata la prima ad avere un nome proprio: prima le borse ricevevano il nome del personaggio che le indossava. La Baguette, poi, è nata da una disubbidienza: mi chiesero di fare una borsa minimal, perché eravamo negli anni Novanta, quindi pieno minimalismo, ma io feci la Baguette che è l’esatto opposto: una borsa giocosa, unica perché ogni versione è diversa dalla precedente”.image
image

image

Bye bye “belle de jour”

Neanche 12 ore e la prima evening bag già ci saluta:(image
L’avevamo già vista in versione più piccola rossa qualche mese fa, ora l’abbiamo vista passare per qualche ora in formato grande in un brillante viola, stiamo parlando della Itbag “belle de jour ” firmata Yves Saint Laurent!!!
image

image

In scintillante vernice viola, questa busta è davvero perfetta da utilizzare in qualsiasi occasione sia per rendere più fashion un semplice paio di Jeans, sia per ripulire la linea del vestito più sfarzoso. Ecco perché è amata e desiderata tanto da avere una lista d’attesa pari delle shopping bags più prestigiose.
Se è nella vostra wishlist e non volete farvela scappare non esitate a scriverci a michela@mercatinomichela, sarete avvisate non appena ne arriverà un’altra.

EveningBag week

Signore proclamiamo ufficialmente la settimana della borsa da sera..
I nuovi arrivi sono tutti da portare con se a mano, a tracolla o sottobraccio e si chiamano Chanel, jimmy Choo,Louboutin, louis Voitton, Gucci etc.. Etc.
C’è veramente l’imbarazzo della scelta e per questo ogni giorno ve ne presenteremo una … Stay tuned!!!image

VFNO

VFNO finita!!!Grazie mille a tutti come sempre!! Agli amici di una vita, a chi è passato per il tradizionale brindisi e a chi c’era con il pensiero, alle nuove importanti collaborazioni nate e a questa mia grande famiglia che mi sopporta e supporta da anni! A tutti ..Grazie!!!
A breve tutte le foto della serata, intanto eccovi un’anteprima con da sinistra la dolcissima e stilosissima Valeria di Lost&found (nostri partner di Porto Cervo), Viola, bravissima stilista di cui siamo felici di ospitare una capsule collection: “Viola by Pullover”, me e la spumeggiante Gaia di Food a porter.. Con queste ragazze quest’anno ne vedremo delle belle;)!!! image